venerdì 18 aprile 2014

Super fashion


Ecco qui la busta magica.
E questa volta è tutta per me.
Nessun nanerottolo da festeggiare al di sotto dei 4 anni anni. Questa busta non contiene alcun invito ad un compleanno.
È un invito ad un cocktail da grandi.
In realtà lo sapevo, la stavo solo aspettando, stando tutta incrociata, che le poste non facessero il solito scherzetto di non trovare il bulding o perdersi per la strada dei 10 mila chilometri che ci dividono dall'Italia.





mercoledì 16 aprile 2014

I 6 LAVORI PIU' STRANI....

In Kuwait non ci sono problemi di disoccupazione. Nè di immigrazione clandestina. Chi arriva in questo paese ha quasi sempre un lavoro. Hanno un concetto molto "americano" del customer care. 
Il cliente è il re, al punto che esistono dei lavori molto particolari, dediti a rendere la vita del cliente la più soddisfacente possibile. 
Oggi vi proponiamo la classifica con i cinque lavori più strani che abbiamo visto qui a Kuwait City. 

lunedì 14 aprile 2014

women in the desert


Non avrei mai pensato che la rete e il blog potessero offrirmi così tante opportunità.
Il Blog prima è stata il ns diario, poi è diventato un biglietto da visita, poi una finestra sul mondo. Ma forse l'aspetto più bello è che tramite il blog abbiamo nuovi amici.
Fa strano ma è così. E poi veniamo a conoscenze di donne, con storie, atteggiamenti che ci fanno impazzire di orgoglio.
Ultimamente poi abbiamo legato con  due ragazze, che come noi vivono da questa parte di mondo, Chiara e Nadia, e forse per questo le sentiamo particolarmente vicine. Non ci siamo ancora incontrate, se non in rete. Apparentemente sembriamo diversissime, come i nostri blog, eppure io sento molta empatia tra di noi. Sarà che ci piace il loro modo di guardare le cose e, sapendo di cosa parlano, le stimiamo proprio. Oggi vogliamo farvi conoscere la storia di Nadia, quella che sta nel posto più temuto da tutti "Arabia Saudita", ma che mai leggendo i suoi racconti, sempre ironici, vi sembrerà così terribile o difficile. Lei affronta tutto con una bella dose di coraggio, entusiasmo e tanta tanta positività. Con Drusilla abbiamo deciso di presentarvele, perchè come sapete a noi le storie di quelli che espatriamo piacciono tanto.

domenica 13 aprile 2014

Cosa cucini stasera?

Metti una a cui piace mangiare, aggiungici prima una mamma cuoca bravissima, poi un marito che fa finta che non è così importante se trova o meno qualcosa di buono da mangiare a cena, mixare il tutto con l'eterno pensiero "devo dimagrire tre chili": ecco a voi le caratteristiche dello Chef Mimma.

venerdì 11 aprile 2014

THE HIDDEN LIGHT OF OBJECTS


Domenica 6, mail di Ema.
Il mittente è una garanzia.
Se tra i suoi mille e mille impegni (tra i quali crescere due meravigliosi figli, maschi!) trova il tempo di inviarti una mail, significa che è qualcosa di veramente importante.
L'oggetto della mail lo conferma: "dai, venite!".


mercoledì 9 aprile 2014

devo cercarmi un lavoro

<Ho parlato con il responsabile dell'ufficio legale, mi ha detto che ci può dare un mano per trovarti un lavoro>.
<Gli hai detto che il mio livello di inglese è scarso?>
<Si, ha detto di non preoccuparti, la pratica, doverlo parlare e scrivere tutti giorni ti aiuteranno in fretta a migliorarlo. In ogni caso ti ho pure fissato il test di ammissione per il corso di inglese all'università americana>.

martedì 8 aprile 2014

Hairdresser Tales ovvero sei abbastanza Feng Shui?

Siamo onorate di avere dei special guest blogger come Andrea e Federica. Oggi vi proponiamo un altro bellissimo suo post, che ci porta in quella città meravigliosa che è Singapore. La svizzera dell'Asia, con una cultura davvero unica.

"C'era una volta il mio parrucchiere vietnamita. Si chiamava Taz e lavorava presso una catena di acconciatori internazionali piuttosto nota qui a Singapore, esperti in capello caucasico. Giovane, alto alto, magro magro, capello lungo, dentino da castoro, orientamento sessuale imprecisato, era samurai di forbice. In sessanta minuti tagliava, sfumava, rifiniva alla perfezione, senza dire una parola. Semplicemente magnifico. Occupava il quarto dei sei livelli zen nella scala gerarchica dei parrucchieri singaporiani (stylist, senior stylist, style director, art director, salon director, international director), che l'utente deve conoscere a memoria al momento di prenotare. Mica basta dire: voglio tagliarmi i capelli, prima devi studiare.